Ossobuco di Tacchino

Ossobuco di Tacchino

Il Tacchino è una carne importante, leggera e nutriente , molto adatta anche ai bambini.
Questa ricetta , molto saporita, è perfetta anche da servire in una cena alternativa.
Con tutti i colori ed i profumi che sprigiona mette allegria al solo sguardo.

INGREDIENTI per 4 persone

  • 1 Kg di Ossobuco di Tacchino (tagliato a fette senza la pelle)
  • 2 Coste di Sedano
  • 2 Cipolle ramate
  • 2 Carote
  • Rosmarino
  • Peperoncino ( a piacere)
  • Farina q b per infarinare le fette
  • 1 Bicchiere di Vino bianco
  • Olio evo ( circa 1 bicchiere medio)
  • Sale

STRUMENTI

  • Fornello
  • Padella larga antiaderente
  • Coperchio
  • Tritatuttto
  • Scodella grande
  • Scodella piccola
  • Piatto largo
  • Coltello
  • Forchetta
  • Mestoli

PROCEDIMENTO

Prima di iniziare la cottura , come sono solita fare, prepariamo tutti gli ingredienti.
Iniziamo con il mettere la farina nella scodella grande ( non ne mettiamo troppa che, se resta, butteremo ).
Aggiungiamoci le singole fette di ossobuco , infariniamole bene e mettiamole nel piatto largo in attesa di cottura.
Laviamo bene il sedano, le carote ed il rosmarino.
Con il coltello tagliamo il sedano , mettiamolo nel tritatutto per farlo a pezzetti piccolissimi che verseremo nella scodella piccola.
Ripetiamo questa operazione con le carote e le cipolle , dopo averle sbucciate.
A questo punto versiamo l’olio nella padella con il trito e portiamola sul fuoco a fiamma bassa.
Facciamo soffriggere lentamente il tutto, mescolando ed avendo cura che non attacchi.
Aggiungiamo il rosmarino(i singoli aghi o l ‘intero rametto) ed un pezzetto di peperoncino .
Mettiamo, quindi, le fette di ossobuco nella padella, aggiungiamo il sale, e proseguiamo la cottura fino a completa doratura da entrambi i lati( avendo cura di girare ogni fetta x far dorare il tutto).
Durante questa fase di cottura buchiamo ogni fetta ( in 2 o 3 punti) con la forchetta, così da facilitare il procedimento.
Adesso possiamo aggiungere il vino, distribuendolo piano su tutta la carne, e mettiamo il coperchio abbassando leggermente la fiamma ( cosi da completare la cottura ).
Il nostro ossobuco è cotto quando il vino è completamente evaporato.
Serviamo ogni fetta nel piatto accompagnata da un cucchiaio del sugo di cottura.


N.B.
Naturalmente , avendo utilizzato carne bianca, questa ricetta richiede poco tempo di cottura.
Se invece utilizziamo ossobuco di manzo è necessario un tempo più lungo (anche 2 ore) con la necessaria aggiunta di un liquido ulteriore (tipo acqua o brodo) per completare il procedimento (il solo bicchiere di vino non reggerebbe una cottura tanto lunga).
Io, personalmente, preferisco utilizzare l’ossobuco di tacchino perchè più delicato.

Ti è piaciuta? Condividila o metti un like!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.